News

La biblioteca della scuola

Spesso ignoriamo l’esistenza di molti fatti, perché ancora non si sono palesati a noi. Vi raccontiamo qui di un processo lento e poco appariscente, iniziato mesto e silenzioso in una piccola stanza al piano superiore dell’edificio scolastico e di cui ora, dopo un primo avvio, si iniziano a scorgere i primi risultati, come i primi frutti, alcuni ancora acerbi, che l’inizio dell’estate porta in dono. Parliamo del piccolo Gruppo Biblioteca, che si è costituito nel 2011, grazie sia materialmente ai testi che sono stati donati alla scuola, sia alla disponibilità di alcune mamme pazienti che offrono il loro tempo e danno qualità e forma ad un lavoro metodico svolto con dedizione e continuità.

Organizzare una biblioteca partendo da zero, o meglio, da circa 900 volumi di diverso tipo ed impostazione non è affatto semplice, è un’operazione molto tecnica. Significa imparare cos’è e come funziona la catalogazione utilizzata dal Sistema Bibliotecario Nazionale e ad applicare un apposito programma che assegna a ciascun testo un numero di identificazione univoco e progressivo.  Un lavoro che inizia, come gli alberi in questa stagione, a fare i primi visibili frutti: è l’ordine che prende forma dal caos di scatole e scatole piene di libri eterogenei, finché ciascuno di essi trova il suo posto sugli scaffali. Centinaia di testi, uno ad uno sono stati ordinati per area ed ambito in base al sistema Dewey, poi etichettati e protetti dalla polvere con una copertina e riposti con cura nella giusta mensola. Letteratura, suddivisa in classici e narrativa, per adulti e per ragazzi: arte, scienze, lavoro manuale, didattica; enciclopedie, queste ultime riservate alla sola consultazione; testi di antroposofia e didattica per gli insegnanti.

E’ questo il primo accenno di un processo in continuo divenire: quella piccola stanza al piano superiore sta diventando una vera e propria biblioteca. Tra qualche mese, al rientro dalla pausa estiva, i nostri ragazzi avranno l’opportunità di accedere alla consultazione e al prestito dei testi.
Noi genitori siamo chiamati ad offrire il nostro contributo a questo progetto che è appena iniziato: sia in termini di tempo per la gestione dei prestiti, sia attraverso la donazione di libri, per ampliare la disponibilità del servizio.
Cerchiamo persone che desiderino partecipare attivamente a questa iniziativa, perché solo così essa si potrà consolidare e magari, in futuro, portare nuovi impulsi all’intera comunità scolastica. 

Vi chiediamo pertanto di segnalare la vostra disponibilità contattando la referente del gruppo maestra Stefania, o in segretaria a Carla.


CALENDARIO

Vuoi essere informato sulle attività inerenti alla nostra Associazione?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 Guarda il filmato

    


HERMMES