News

I fiori vi raccontano una storia

Era l’autunno e, quasi rosa nel cielo, il sole avvolgeva erbe, piante, fiori e l’intera scuola che sonnecchiava sotto i suoi grandi cappelli grigi.

Il girasole ruotava ancora il capo d’oro in cerca degli ultimi raggi; la rubbeckia scioglieva intorno il giallo arancio delle sue corone e si avvertiva nell’aria il ricordo rosso dei papaveri, mentre le altee bianche e rosa svettavano a sentinella sul bordo dei prati come alte campane pronte a suonare.

Silenzio intorno dopo il vociare allegro dei primi giorni di scuola, ma al calare della sera un sottile brivido passò d’improvviso tra petali e fili d’erba nel primo vento premonitore d’inverno. Porgendo bene l’orecchio potevi udire ovunque un sussurro:

“Ed ora che il calore dell’estate ci sta lasciando e le piogge tiepide diverranno fredde e dure, chi proteggerà i nostri piccoli figli, i semi che sempre più numerosi dal nostro cuore scendono nella terra? E’ finito così il nostro viaggio nel mondo? Non potremo mai più rallegrare gli occhi dei bimbi e accarezzare i sogni colorati dei ragazzi?”

“No! Non vi lasceremo soli nel buio dell’inverno! Non lasceremo i vostri doni disperdersi invano, ma noi aiuteremo la terra a custodire i vostri semi per veder rinascere più belle e più forti corolle, profumi e colori”

“Ma chi siete voi che ci parlate così amorevolmente, tanto da farci comprendere la vostra lingua?”

“Siamo gli abitanti di questa grande scuola abbracciata dal verde e dai colori delle vostre vite generose. Noi faremo in modo che le vostre voci leggere rimangano soffiate nel vento per parlare e sorridere ancora con noi.”

E così fu. Bimbi e ragazzi raccolsero i semi delle corolle appassite, nutrirono e curarono la terra per accoglierli ed ora nuovamente splendono nel sole mille e mille petali, mille e mille parole che risuonano come musiche nell’aria.

 

M. Vincenzo


CALENDARIO

    Guarda il filmato