News

L´inquinamento del terreno - I vigneti sono un problema?

I vigneti sono un problema per il nostro territorio?

Leggendo vari articoli su questo tema, ho realizzato che la coltivazione dei vigneti è un serio problema:
non si respira più aria sana, le colline sono impregnate di concimi chimici, gli abitanti di questi territori sono seriamente preoccupati.
Come scritto su la Repubblica nel giugno del 2016 a Revine Lago, in provincia di Treviso, hanno raccolto 800 firme di protesta per limitare drasticamente i fitofarmaci.
Un intero paese si è ribellato all´invasione dei pesticidi.
Gli abitanti di Revine hanno firmato un appello al Ministro delle Politiche Agrarie.
Su Oggi Treviso hanno fatto un sondaggio: “Sei preoccupato per l´uso dei pesticidi in agricoltura?”. L´88% ha risposto di sì, l´11% non è preoccupato e l´1% non sa nulla a riguardo. Questi dati risalgono al 2012 .
E´ molto preoccupante sapere che in quattro anni nulla è cambiato, anzi, le concimazioni sono diventate sempre più potenti e, come scritto su la Repubblica, anche per chi volesse coltivare un vigneto col metodo biologico o biodinamico è praticamente impossibile, perché l´aria e il terreno sono comunque inquinati e il vino non potrà mai essere prodotto in modo completamente biologico.

Un produttore scrive: “Sono costretto a consegnare l´uva alle cantine come se fosse prodotta in modo convenzionale, in quanto risulta contaminata da pesticidi provenienti dai vigneti confinanti. Anche lo scorso anno ho fatto analizzare un campione delle uve ed è risultato non conforme al decreto ministeriale n.309 del 13.01.2011 perché è stata riscontrata la presenza di ben quattro pesticidi sopra i limiti consentiti. I miei sforzi di coltivare in modo biodinamico risultano per tanto vani e mi è preclusa la possibilità della certificazione biologica o biodinamica delle uve. Devo quindi subire un danno sia economico che morale”.
Questo signore si lamenta della contaminazione del suo terreno a Miane, a una decina di chilometri di distanza dall´epicentro della protesta, e gli abitanti di Revine Lago, che vivono ai margini dell´area del prosecco DOCG, temono che la loro tranquillità finisca.

Il segretario dell´Associazione per l´Agricoltura Biodinamica dice che, quando piove molto, i trattamenti di fungicidi sui vigneti si ripetono spesso e, se le vigne arrivano praticamente dentro le case, quello spray pericoloso diventa un problema.
La concimazione sta davvero diventando un problema serio, da non sottovalutare.
Sul sito blogspot.it scrivono: “Lo spacciano addirittura per una produzione ecologica. Invece. Attenti a quel famoso vino prodotto in Veneto e Friuli Venezia Giulia. Perchè? E´ imbottito sempre più di veleni chimici, in particolare il glifosato irrorato in loco perfino dagli elicotteri, meglio noto con il nome di battaglia Roundup della Monsanto. Le analisi dell´Arpav parlano chiaro, anche se i risultati sono celati alla popolazione e la magistratura locale archivia senza indagare le numerose denunce di associazioni e cittadini.”
Pur di far soldi in tutta fretta, certi imprenditori del Nord Est non hanno scrupoli ad intossicare persone e contaminare impunemente interi territori.

Il glifosato, uno degli erbicidi più diffusi al mondo, è stato classificato come “probabile cancerogeno per gli esseri umani” in un report stilato dall´ Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro. Sono stati effettuati dei test che hanno dimostrato che il glifosato danneggia il DNA delle cellule umane e di altri mammiferi.
Le autorità italiane (comunali,regionali e nazionali) non fanno niente per garantire la salute e proteggere la vita. Il presidente di AIAB – Ass. Italiana per l’Agricoltura Biologica - Vincenzo Vizioli ha chiesto che l´Italia e la UE considerino immediatamente le misure necessarie per proteggere agricoltori e consumatori dal glifosato. Che faccia male alla salute dell´uomo e dell´ambiente, che si accumuli nei cibi e nell´acqua, lo sappiamo da anni e da altrettanti anni combattiamo contro questo e gli altri pesticidi.
Tutto questo è da non sottovalutare, perché è un problema molto serio, che purtroppo non riusciamo a fermare.

Gaia Sala




Fonti:
http://www.oggitreviso.it/sei-preoccupato-luso-dei-pesticidi-agricoltura-48948
http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2015/07/prosecco-ai-pesticidi.html
http://www.repubblica.it/ambiente/2016/06/07/news/revine_lago_il_paese_che_combatte_i_pesticidi_rivolta_nel_regno_del_prosecco


CALENDARIO

NEWSLETTER

Vuoi essere informato sulle attività inerenti alla nostra Associazione?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER