I CURDI - genocidio dei Curdi e il loro rapporto con la Turchia

Quante volte abbiamo sentito parlare dei Curdi? 
E quante altre volte non ci siamo informati al riguardo? 

Forse poche, forse tante, adesso vi esporrò due articoli che hanno punti di vista simili sull´argomento.

Il primo articolo l´ho scelto da il blog di Beppe Grillo; Beppe Grillo non giustifica affatto le azioni compiute dai Turchi contro i Curdi. “Incursione di breve durata”, il governo di Ankara definisce così questa operazione contro il partito dei lavoratori (Pkk) nel nord dell´Iraq, attuata per cancellare i ribelli. Secondo questo blog, la decisione che ha preso Erdogan non è stata influenzata dall´agguato di Ingrid, l´articolo ribadisce: “la verità è che da diversi mesi l´esercito turco ha avviato un assedio contro l´unica forza che si è mostrata capace di arginare realmente l´avanzata dell´Isis”.
 
L´Europa resta in silenzio nella sua “ipocrisia” è “nell’opportunismo”; diversi Stati membri, compresa l´Italia, hanno provato a dar via libera all´invio di armi ai guerriglieri curdi (peshmerga), i tentativi per la causa “resistenza popolare” si sono spenti.
Allo stesso tempo la Turchia è Stato membro della NATO in Medio Oriente, è un interessante posizione strategica che gli USA non possono cedere e l´UE sente il dovere di custodire. L´articolo continua con altre testimonianze circa il rapporto tra Curdi e Turchi: dopo le elezioni vinte dalla HDP, Partito democratico dei popoli, “esplicitamente filo-curdo”, le relazioni peggiorano con Erdogan e il suo partito, che ha avuto la maggioranza assoluta dei seggi in Parlamento per 13 anni. 
Erdogan si è posto un obiettivo; il premier vuole eliminare il regime di Assad e allo stesso tempo impedire la nascita del Rojana (nascente Stato curdo).
Questo articolo ribadisce che il Movimento 5 Stelle ha presentato diversi atti parlamentari che chiedono il riconoscimento dello Stato curdo, infine nel blog di Beppe Grillo i Curdi vengono definiti come un popolo di resistenza che l´Europa  ha abbandonato per il propri interessi strategici.

Il secondo articolo fa un quadro generale della situazione tra i Turchi, i Curdi e l´Isis; le fonti sono di un articolo della rivista Internazionale.
Alla domanda: “Qual è il vero nemico della Turchia?”, nell’articolo si risponde portando due punti di vista. Secondo alcuni, Ankara vuole aiutare gli Stati Uniti contro l´Isis, e gli attacchi al Pkk sono solo un avvertimento; secondo altri l´obiettivo di Ankara è di distruggere i Curdi, in particolare il PKK, per ragioni di politica interna. 
Secondo l´Internazionale i nemici dichiarati dalla Turchia sono i Curdi turchi, gli scontri del Pkk con il leader Abdullah Öcalan sono in corso dal 1984, Öcalan è in carcere dal ’99; Ankara lancia raid aerei contro le basi del Pkk nel nord dell´Iraq. 
I gruppi ostili sono i Curdi siriani, combattenti della Siria, appoggiati dagli USA. Gli alleati sono i Curdi iracheni; il nemico comune è lo Stato islamico, presente in Iraq è in Siria.
 La Turchia è stata accusata di sostenere gruppi ribelli, non l’YPG (Unità di protezione del popolo), dallo stesso Stato c´è un punto di partenza per combattenti stranieri che vogliono unirsi alla Jihad in Siria. La cosa interessante è che Ankara definisce terroristi anche i membri del Pkk.
Allo stesso tempo l’ YPG ha preso la guida delle operazioni contro l´Isis in Siria, appoggiato dai bombardamenti statunitensi, l´anno scorso hanno liberato la città di Kalane, quest´anno ha inviato rinforzi lungo il confine turco in Siria, perciò il governo turco si allarma. 
Come avete potuto leggere, i dati riportati sono frutto delle stesse tesi, in questo caso portano fatti oggettivi che io condivido, sto apertamente dalla parte dei Curdi. Volendo dire di più, i Curdi sono all´avanguardia nella democrazia, in quanto hanno un sistema ben strutturato di confederalismo democratico. Mi sarebbe piaciuto portare più approfondimenti. Grazie per la lettura.

Marco Poier


CALENDARIO

NEWSLETTER

Vuoi essere informato sulle attività inerenti alla nostra Associazione?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER